Salute

Asl: in oltre 100 struttur al via i corsi di attività fisica adattata

Ecco a chi sono rivolti e come fare per iscriversi

Carmine Di Muro, direttore della Medicina dello Sport dell’Azienda USL Toscana nord ovest e responsabile Afa

Prendono il via in oltre 100 strutture tra piscine e palestre sparse su tutto il territorio aziendale i corsi di attività fisica adattata (Afa) organizzati dalla USL Toscana nord ovest.

“L'attività fisica adattata - spiega Carmine Di Muro, direttore della Medicina dello Sport dell’Azienda USL Toscana nord ovest e responsabile Afa - è una attività fisica di gruppo a carattere non sanitario, tenuta da personale formato che segue protocolli prestabiliti della Regione Toscana. Il movimento ha effetti positivi in termini di benessere psicofisico a tutte le età e, se fatto in gruppo, contribuisce alla socializzazione e quindi al miglioramento della qualità di vita oltre che della muscolatura e delle articolazioni. I prezzi calmierati, 3,5 euro a lezione, e la capillare diffusione sul territorio delle strutture aderenti permettono poi di essere davvero alla portata di tutti. Proprio per facilitare l’adesione è stato svolto uno specifico lavoro sul territorio per coinvolgere ulteriori strutture e i nostri ambulatori di Medicina dello Sport restano a disposizione di palestre e associazione di volontariato che volessero dare la loro disponibilità e aderire al progetto”.

A chi si rivolge. I corsi, condotti da istruttori laureati in scienze motorie e/o fisioterapia, si rivolgono a due tipologie di persone: quelle sedentarie o con artrosi, osteoporosi, cioè patologie che migliorano con il movimento (AFA a bassa disabilità) oppure a quelle con limitazioni funzionali conseguenti a patologie invalidanti stabilizzate come ictus o Parkinson (AFA ad alta disabilità).

Nel caso dei corsi AFA a bassa disabilità non è necessaria alcuna prescrizione o certificazione medica, anche se, prima di accedere è importante consultare il proprio medico curante, uno specialista (ortopedico, reumatologo, fisiatra, neurologo, geriatra) oppure un fisioterapista a conclusione del percorsi della riabilitazione. Con la scheda di invio compilata, si può contattare direttamente una delle palestre o piscine dove si intende svolgere il corso. Le persone che hanno avuto un ictus, che sono affette da parkinson, sclerosi multipla o che hanno subito un intervento al seno o si trovano costrette in carrozzina per cause diverse, possono rivolgersi alle strutture di Riabilitazione Ambulatoriale dell’Azienda USL Toscana Nord-Ovest per essere indirizzate alle palestre che si sono rese disponibili a costituire gruppi, il più possibile omogenei, per svolgere attività fisica per 'alta disabilità' che sia adeguata alla loro possibilità motorie.

Ulteriori informazioni e l’elenco delle strutture aderenti suddivise per ambito territoriale sono consultabili al link: https://www.uslnordovest.toscana.it/come-fare-per/9365-come-accedere-ai-corsi-afa.

 


Si parla di